Qualità e fattore umano

L’aumento della competizione e delle esigenze dell’utenza, il passaggio dalle logiche di prodotto a quelle di servizio sono fattori che hanno messo in crisi i tradizionali metodi di gestione fondati sulla gerarchia, sulle funzioni e sulla standardizzazione dell’attività sanitaria ed hanno portato le aziende a puntare su nuovi fattori di successo come la capacità di adattarsi al mercato ed alle esigenze dei cittadini contenendo i costi.

Lattenzione si è spostata sulla qualità del servizio stesso e sul fattore umano che lo rende realizzabile.

Decisivo diviene il ruolo della formazione come strumento attivo di crescita e di sviluppo, di aggiornamento e di competenza dei professionisti sanitari: queste peculiarità sono alla base della nascita dei programmi di Educazione Continua in Medicina del Ministero della Salute.

La nostra offerta formativa

Prevenzione e gestione della sindrome da Burn Out

La Sindrome da Burn Out è un fenomeno sempre più diffuso nei sevizi sanitari con notevoli conseguenze sia sul piano della salute dell’operatore che su quello della produttività del singolo e del gruppo.
Il corso intende offrire le conoscenze teoriche di base sulla Sindrome da Burn Out e le competenze necessarie alla prevenzione e soprattutto alla gestione di tale fenomeno.

Vai al corso

La prevenzione e la gestione delle infezioni ospedaliere

Il corso si propone di condividere con medici, biologi, infermieri e tutto il personale sanitario interessato al tema delle infezioni nosocomiali, o come si definiscono più modernamente, delle infezioni correlate ai processi di cura, il tema delle infezioni al fine non solo di sensibilizzare i partecipanti al tema, ma soprattutto di dare loro le conoscenze perché possano cogliere gli aspetti realmente innovativi della tematica e trasferirli nella propria realtà lavorativa.

Vai al corso

Disinfezione, sterilizzazione e sanificazione nelle strutture socio-sanitarie

Nonostante i notevoli progressi effettuati nella lotta e nel controllo delle infezioni ospedaliere, esse rappresentano ancora oggi un importante fattore di rischio soprattutto per quei pazienti che si sottopongono a interventi diagnostici e/o terapeutici invasivi. La maggior parte delle infezioni delle ferite chirurgiche viene, infatti, contratta nell’ambiente operatorio.

Vai al corso

La movimentazione manuale dei carichi e dei pazienti - Indice MAPO

Per movimentazione manuale dei carichi (MMC) si intende ogni operazione di trasporto o di sostegno di un carico ad opera di uno o più lavoratori, comprese le azioni del sollevare, deporre, tirare, portare o spostare un carico, che, per le loro caratteristiche o in conseguenza delle condizioni ergonomiche sfavorevoli, comportano rischi di patologie da sovraccarico biomeccanico. Il corso si propone di dare le basi informative e gli strumenti operativi al fine di formare gli addetti alla movimentazione manuale e migliorare, al contempo, la qualità nell’erogazione dei servizi sanitari. Il corso si propone di dare le basi informative e gli strumenti operativi al fine di formare gli addetti alla movimentazione manuale e migliorare, al contempo, la qualità nell’erogazione dei servizi sanitari.

Vai al corso

Il rischio clinico in ambito sanitario

Il tema del rischio clinico si pone oggi come argomento estremamente rilevante nell’ambito dell’analisi e valutazione della qualità dei servizi sanitari, dell’efficacia e dell’efficienza delle prestazioni erogate. La riduzione e la prevenzione dei rischi e dei danni per i pazienti sono, oggi, un obiettivo prioritario per il SSN.

Vai al corso

GDPR 679/2016: il regolamento per il trattamento dei dati in sanità

Il Corso si rivolge a tutti coloro che in sanità utilizzano informazioni personali di qualsiasi genere e per qualsiasi scopo. Essere formati in questa materia rappresenta un obbligo di legge sanzionato molto gravemente dal GDPR 679/2016 Regolamento UE in tema di trattamento dei dati personali.
Il corso si propone di fornire le conoscenze teoriche di base relative alla normativa sul trattamento dei dati personali, con applicazione pratica degli adempimenti tecnici in ambito sanitario previsti dal Nuovo Regolamento.

Vai al corso

Il consenso informato in ambito sanitario

Il corso intende illustrare l’origine e le finalità degli articoli di legge della Costituzione italiana che sanciscono che nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge, in sintonia con il principio fondamentale della inviolabilità della libertà personale approfondendo le conseguenze etiche e giuridiche di un’eventuale minaccia a tale libertà personale.

Vai al corso

Gli aspetti legali nella gestione della cartella clinica

Il corso si propone l’obiettivo di proporre linee guida per una corretta compilazione e gestione della cartella clinica in relazione alla disciplina normativa esistente in materia ed alle pronunce giurisprudenziali. Nelle strutture sanitarie ed assistenziali, di particolare importanza sono le procedure aziendali di gestione della documentazione sanitaria.

Vai al corso

La nuova edizione della norma ISO 9001 applicata al settore socio-sanitario

Il Corso sulla nuova edizione della norma ISO 9001 applicata al settore socio-sanitario presenta le novità introdotte dall’edizione 2015 alla norma ISO 9001, con particolare riferimento al settore della Sanità.

Vai al corso

L'esecuzione degli audit interni in ambito sanitario

Il corso sull’esecuzione degli audit interni in ambito sanitario fornisce conoscenze approfondite sugli aspetti pratici riguardanti la preparazione del processo di verifica del Sistema di Gestione per la Qualità delle strutture sanitarie, così come regolato dalla nuova norma UNI EN ISO 19011:2018 e dal Rapporto Tecnico SINCERT RT 04, fornendo le competenze necessarie per la pianificazione, la gestione e la stesura dei rapporti relativi agli audit.

Vai al corso

Il Front Office: ruolo e relazione del personale nei rapporti con l'utente

Il corso intende dotare i partecipanti delle conoscenze tecnico-scientifiche necessarie a fornire una comunicazione efficace ed accurata, al fine di gestire al meglio l’attività di Front Office all’interno delle strutture socio sanitarie e assistenziali.

Vai al corso

Negoziazione e gestione del conflitto nell'equipe socio-sanitaria

Il corso mira all’ottenimento di convogliare la volontà di un team verso la decisione ritenuta più adeguata, mantenendo gli equilibri interni e senza urtare sensibilità o sottovalutare le esigenze, è un lavoro da abile acrobata. Ma è anche una necessità per l’organizzazione, poiché mira all’efficienza, facendo leva su relazioni costruttive e mantenendo basso il livello del conflitto.

Vai al corso

Strategie per migliorare le relazioni e il lavoro dell’equipe socio-sanitaria

Il Corso Strategie per migliorare le relazioni e il lavoro dell’equipe socio-sanitaria permette di imparare a gestire i problemi relazionali e organizzativi all’interno dell’equipe sanitaria di lavoro, stimolando aspetti produttivi e di progresso. Inoltre, di confrontarsi efficacemente con i conflitti per poter offrire una percezione di sé come più funzionale e capace di migliorare il clima lavorativo nel contesto sanitario. Infine, a comprendere le dinamiche individuali e di gruppo sottostanti al conflitto ed il carattere potenzialmente evolutivo di quest’ultimo.

Vai al corso

L'umanizzazione delle cure

L’evento formativo strutturato in lezioni frontali con esercitazioni pratiche e roleplaying ha come finalità quella di favorire la collaborazione tra gli operatori, facilitare e migliorare la qualità delle relazioni ed il benessere dei pazienti, quindi ridurre le conflittualità e le segnalazioni o denunce da parte dei pazienti e familiari.

Vai al corso

Dolore cronico, cure palliative e fine vita

Il Corso Dolore cronico, cure palliative e fine vita trasmette le conoscenze per garantire elevati livelli assistenziali a pazienti con malattie cronico evolutive e/o con dolore cronico, nel rispetto della loro dignità e della loro autonomia.

Vai al corso

Il dolore: conoscerlo per gestirlo

Il dolore svolge un ruolo importantissimo di difesa in quanto rappresenta il mezzo attraverso il quale il nostro organismo segnala un danno. Molte malattie possono essere meglio individuate proprio grazie alla localizzazione del dolore e alle sue caratteristiche. Per le professioni sanitarie, che si relazionano con pazienti affetti da dolori acuti o cronici, è molto importante conoscere il dolore e le metodologie più adeguate per il suo trattamento.

Vai al corso

La prevenzione e la gestione delle cadute

La prevenzione delle cadute in ambito ospedaliero dei pazienti è molto importante in quanto esse rappresentano un evento frequente e temibile per i possibili danni, sia fisici che psicologici, che ne possano derivare. La corretta identificazione dei fattori correlati a rischio caduta, è una delle componenti fondamentali dei programmi di prevenzione delle cadute.

Vai al corso

La contenzione fisica e farmacologica: implicazioni assistenziali, etiche e deontologiche

L’argomento della contenzione fisica e farmacologica delle persone assistite è oggi molto dibattuto tra i professionisti infermieri, soprattutto in ambito geriatrico e psichiatrico e, quindi, all’interno di strutture quali le Residenze Sanitarie Assistenziali, le case di riposo, i reparti psichiatrici ecc.

Vai al corso

L’assistenza del paziente tracheostomizzato e in alimentazione artificiale

Il corso si propone di formare adeguatamente il personale medico e infermieristico nella gestione del paziente tracheostomizzato e che si alimenta in modo artificiale (PEG).

Vai al corso

Prevenzione e trattamento delle lesioni da pressione

Le lesioni cutanee da pressione rappresentano un problema di notevole rilevanza sociale, data l’alta percentuale di casi riscontrati nel nostro Paese e i notevoli costi dei trattamenti. Al fine di ridurre le dimensioni del problema è fondamentale porsi in un’ottica preventiva individuando i fattori di rischio e mettendo in atto opportuni interventi terapeutici.

Vai al corso

La gestione dei cateteri venosi centrali

I Cateteri Venosi Centrali (CVC) sono usati frequentemente nella pratica clinica. Il CVC interrompe l’integrità della cute ed espone il paziente a possibili infezioni da batteri o funghi. L’infezione può diffondersi al circolo ematico con conseguenze talvolta gravi, come ad esempio una sepsi severa. Il CVC interessa una proporzione elevata di pazienti ricoverati nelle Terapie Intensive (TI) – fino all’80% – ma viene sempre più utilizzato anche in altri contesti, come i reparti di Medicina Interna, Oncologia, Chirurgia.

Vai al corso

L’assistenza al paziente disfagico e la gestione in emergenza delle ostruzioni delle vie aeree

Il corso sull’assistenza al paziente disfagico e la gestione in emergenza delle ostruzioni delle vie aeree individua programmi specifici nel rispetto delle linee guida e dell’EBM (Evidence Based Medicine), a garanzia dell’appropriatezza e della qualità degli interventi.

Vai al corso

La gestione del paziente con piede diabetico: dalla teoria alla pratica

Il piede diabetico acuto complicato rimane ancora oggi una complicanza senza un percorso standardizzato sia nella gestione dell’acuzie (infettiva e/o vascolare) sia nella prosecuzione della terapia più idonea alla dimissione. Tali mancanze comportano trattamenti terapeutici inadeguati o ritardati e un’altrettanto inadeguata continuità assistenziale, causando un allungamento dei tempi di guarigione e spesso il peggioramento del quadro clinico.

Vai al corso

L’infermiere e la gestione dei farmaci: quali responsabilità e come garantire una terapia sicura

L’Infermiere ha un altissimo grado di responsabilità in questo aspetto così delicato della sua attività. Tale “grado” è regolato e disciplinato da norme ben precise, che chiariscono in maniera netta la responsabilità che ha l’infermiere sotto gli aspetti di ordine penale, civile e disciplinare in caso di errore compiuto nella somministrazione del farmaco e/o nella gestione delle modalità di conservazione dello stesso.

Vai al corso

La gestione delle emergenze

La gestione delle emergenze presso le strutture sanitarie risulta essere sempre più necessaria: il black out elettrico, il fermo ascensori, lo sversamento accidentale di prodotti chimici o di farmaci pericolosi, l’utilizzo corretto dei presidi (sedia per l’evacuazione e coperte tagliafiamma) ed eventi similari devono essere preventivamente analizzati per procedere ad una adeguata gestione che eviti conseguenze disastrose a carico dei pazienti e degli operatori.

Vai al corso

Inglese in ambito sanitario - Livello 1

Il corso di Inglese in ambito sanitario di livello 1 rivolto ad un’utenza ospedaliera al suo primo approccio con la lingua, intende focalizzare l’attenzione sulla conversazione e lo sviluppo di abilità linguistiche di base per comunicare con pazienti e colleghi stranieri ad un livello elementare.

Vai al corso

Inglese in ambito sanitario - Livello 2

Il corso di Inglese in ambito sanitario di livello 2 è rivolto a tutte le professioni che operano nel settore socio sanitario e assistenziale che abbiano già frequentato il corso di Livello 1 (elementare) o che siano già in possesso di conoscenze linguistiche di base e desiderino accedere ad un livello di maggiore approfondimento, con l’obiettivo di utilizzare la padronanza linguistica acquisita per relazionarsi in modo più efficace con pazienti, colleghi stranieri ed altri referenti professionali.

Vai al corso

CALENDARIO

Scopri tutte le date dei prossimi corsi ed eventi

i

NEWS

Scopri tutti le notizie per rimanere sempre aggiornato

Contattaci

Compila il form per ricevere informazioni